Comune di Rapino - CH

Luoghi di Culto
 

Chiesa di S. Lorenzo
La chiesa dedicata a S. Lorenzo, patrono di Rapino, è di antica origine ed era posta all’estremità dell’abitato.
Vi si accede lateralmente da una scalinata. Il prospetto laterale dal quale si accede alla chiesa è caratterizzato dalla torre campanaria squadrata poggiata su alto basamento, suddivisa in tre ordini.
L’interno è navata unica con copertura a tetto a doppia falda.
La chiesa è stata restaurata qualche anno fa ed è stata riportata all’antico splendore.
La festa del patrono S. Lorenzo si tiene ogni anno il 10 agosto.

Chiesa di S. Giovanni
La costruzione della chiesa risale al 1515.
La facciata della chiesa è del tipo “ad edicola”, cioè tripartita con ritmo ABA, dove il partito centrale è più ampio dei laterali; orizzontalmente è suddivisa in due ordini. La tripartizione è impaginata da paraste semplificate ribattute lateralmente sui campi più piccoli che al secondo si semplificano nell’ordine a fasce. Una grande finestra con cornice orizzontale è in asse col portale. Il portale è sormontato da una trabeazione orizzontale.
I portali laterali hanno trabeazioni orizzontali col fregio scolpito ad ovoli e palmette. In asse con i portali laterali sono due finestre di forma ovale.
La torre campanaria è suddivisa in due ordini da una cornice orizzontale; il primo in pietra ha le facce con un piano incassato, il secondo in mattoni è impaginato dall’ordine architettonico.
L’interno è a tre navate con la navata centrale coperta con volta a botte lunettata.

Nei pressi si trova la mole pressoché circolare della Torre del Monarca, unico resto delle mura urbane.Nei pressi si trova la mole pressoché circolare della Torre del Monarca, unico resto delle mura urbane.

Santuario della Madonna di Carpineto
La leggenda locale narra del miracolo dell’apparizione della Madonna su un carpino ad un pastorello; sul luogo dell’apparizione è stata edificata la chiesa.
Probabilmente all’inizio doveva trattarsi di un edificio di dimensioni minori col tempo trasformato in basilica.
La facciata è tripartita, nel consueto ritmo ABA, col partito centrale più largo e più alto dei laterali.
I portali laterali hanno cornici in pietra modanate con timpano curvilineo a volute che racchiudono delle cartelle scolpite, i timpani sono appena rilevati dal fondo della parete.
La cella campanaria è inquadrata da lesene di ordine ionico ed è sormontata da una piccola cupola in pietra.
L’interno è a tre navate separate da pilastri di forma quadrangolare.
La copertura della navata centrale è con volta a botte lunettata a tutto sesto decorata con dipinti a tempera, mentre le navate laterali sono coperte da volte a crociera che scandiscono lo spazio in campate. Sulla controfacciata si trova la scala a doppia rampa di marmo bianco che conduce davanti alla nicchia della Madonna.
Ogni anno, il giorno 8 Maggio, si festeggia in onore della Madonna di Carpineto con una singolare ed unica processione delle Verginelle.

 

 Chiesa di S. Rocco
Quella di S. Rocco è una piccola chiesa a navata unica, con una facciata rettangolare, coperta con volta a botte lunettata.
La chiesa è situata proprio all’ingresso del paese.
I festeggiamenti in onore di S. Rocco si tengono ad agosto e sono accompagnati da una caratteristica processione con costumi popolari e conche addobbate di fiori.

Chiesa della Madonna della Libera
È una piccola chiesa ad aula coperta con volte a botte ribassata decorata semplicemente ma in modo gradevole.
La facciata è rettangolare; il portale ha una cornice orizzontale ed è affiancato da piccole finestre quadrate.
La chiesa è situata in località Coste Micucci, in una incantevole zona verdeggiante ed isolata.
Ogni anno, il Lunedì di Pasqua, si organizza una processione che parte dalla Chiesa di S. Lorenzo ed arriva fino alla chiesa della Madonna della Libera. La processione è poi seguita da festeggiamenti e divertenti giochi.
È una piccola chiesa ad aula coperta con volte a botte ribassata decorata semplicemente ma in modo gradevole.La facciata è rettangolare; il portale ha una cornice orizzontale ed è affiancato da piccole finestre quadrate.La chiesa è situata in località Coste Micucci, in una incantevole zona verdeggiante ed isolata.Ogni anno, il Lunedì di Pasqua, si organizza una processione che parte dalla Chiesa di S. Lorenzo ed arriva fino alla chiesa della Madonna della Libera. La processione è poi seguita da festeggiamenti e divertenti giochi.

Chiesa di S. Rita
Appena fuori dal centro storico vero e proprio, in località Colleceso, troviamo la piccola chiesa dedicata a Santa Rita.
L’edificio è stato costruito intorno alla prima metà del secolo scorso per volontà di Padre Lorenzo Spirali.
La facciata in pietra concia è di forma rettangolare dove domina il portale a tutto sesto di gusto romanico. In asse col portale si apre il rosone.
Dalla copertura piana circondata da una balaustra in pietra si alza un piccolo campanile sormontato da una cupola.
Il piccolo ambiente interno è dominato dalle ceramiche di Gioacchino Cascella, che illustrano gli episodi più significativi della vita della Santa.